lunedì 13 giugno 2016

La sposa vampiro, Syrie James, Recensione

Buongiorno,
E' un paio di giorni che ho terminato di leggere un genere che amo, che purtroppo in Italia è un po' sottovalutato, comunque il titolo del libro è La sposa vampiro di Syrie James edito Piemme, uscito un bel po' di tempo fa, nel 2011...
Titolo: La sposa vampiro
Autrice: Syrie James
Casa Editrice: Piemme
Data pubblicazione: 2011
Genere: horror


Il corpo vicinissimo al suo, la mano a fiorarle la schiena, mentre il sangue accelera nelle sue vene.
Mina Harker si abbandona alla musica, lasciando che il suo misterioso cavaliere la guidi sulle note di un valzer. Fin dal loro primo incontro, quello sconosciuto di una bellezza fuori dal comune e dal fascino ipnotico ha esercitato su di lei un' attrazione irresistibile, impossessandosi dei suoi pensieri e visitando ostinatamente i suoi sogni. Nonostante l'amore per Jonathan, il suo promesso sposo, tornato da un viaggio d'affari in Transilvania inspiegabilmente turbato e scosso, Mina si lascia travolgere da una passione e inizia una relazione segreta e sconvolgente. Ma quell'uomo che sembra aver accesso ai suoi desideri più segreti, ai suoi pensieri intimi, nasconde un pensiero che va al di là del comprensibile e dall'umano da cui sembra impossibile difendersi. Quando Mina scopre che dietro il volto perfetto del suo amante si cela il Conte Dracula, una creatura di cui hanno tanto terrore e a cui molti danno la caccia, il legame che ormai li unisce è indissolubile, ma porta in sé una terribile minaccia. E mentre Jonathan decide di combattere con tutte le sue forze per riavere la donna che ama, Mina è costretta ad affrontare una battaglia ancora più dura, nel profondo del suo cuore: scegliere se tornare alla vita o abbracciare la vita.
  • Recensione
La sposa del vampiro è una rivisitazione al femminile del libro di Dracula. Le vicende narrate sono affidate al personaggio femminile il cui nome è Mina Harker, che ci racconta cose che non sono state "rivelate" (passatemi questo termine) nella vicenda originale.
Mina Harker è una ragazza piuttosto moderna, per il periodo storico in cui è narrata tutta la vicenda. E' una ragazza che all'inizio  è ingenua e sognatrice, ma, che cresce e scopre lati di se stessa che non pensava di possedere.
Mina si trova da un lato a vivere il classico amore romantico, che ogni ragazza sogna, con Jonathan il suo promesso sposo; invece, dall'altro c'è l'amore carnale, passionale e oscuro che vive con il suo amante.
Il personaggio femminile, in questo libro non si limita a vivere una storia d'amore, ma è costretta a scegliere se vivere o morire, nel senso letterario dei termini. E' una scelta che va al di là del cuore, che coinvolge anche altre persone e altri aspetti della vita.
L'uomo che amavo poteva davvero essere il mostro che disprezzavo... la bestia che ci eravamo impegnati a distruggere ?
In questo libro c'è un Dracula più umano, che si lascia trasportare dai sentimenti, ma senza mai dimenticare, che lui stesso è una creatura della notte.
La scrittrice inizia a narrare gli eventi, dall' arrivo a Whitby di Mina, in quanto il suo fidanzato è in viaggio d'affari in Transilvania.
Mina passa le sue giornate con la sua amica Lucy, che viene conquistata da un uomo affascinante.
Le giornate della protagonista femminile, passano liete tra Lucy e la speranza di vedere l'uomo che ha conquistato la sua attenzione, che poi, in futuro si scoprirà essere il Signor Wagner.
Il sonnambulismo che affligge Lucy, preoccupa seriamente Mina, che contemporaneamente è preoccupata per il fatto che ha poche notizie del fidanzato. Ma, nonostante tutto questo, Mina passa ore indimenticabili con il signor Wagner.
La storia d'amore che si snoda tra Mina e Wagner è cosi segreta, che le persone che orbitano intorno alla protagonista femminile, non sospettano nulla.
Mina si trova di fronte ad una scelta, vita o morte. E' in questo frangente che ci sarà un evento che sorprenderà il lettore.
Al tempo stesso, però, ogni tanto non posso fare a meno di guardarmi indietro. Non posso fare a meno di chiedermi: è stato un errore amare Dracula? Non lo so...Se tutti i giorni e le notti del mondo dovessero cessare, mi rimarrebbe comunque la certezza che noi fossimo destinati a incontrarci, ad amarci e a conoscere il dolore di una violenta disillusione, Lo amerò per sempre. Non lo dimenticherò mai. Mi ha cambiato in maniera definitiva e gliene sarò sempre grata. La mia vita è piena di infinita dolcezza sia perché l'ho conosciuto sia perché mi ha lasciata andare. La mia vita ora mi appartiene, e so che è meglio cosi.
I personaggi sono di spessori, la trama abbastanza accettabile, insomma non è tanto male.
Personalmente, anche adesso, che ho terminato di leggerlo, non mi so decidere se consigliarlo o meno. La trama è ricca di episodi, che secondo me, alla fine confondono solo il lettore.
Insomma, l'unica emozione che mi ha suscitato è stata un po' di malinconia, verso il finale, per il resto apatia completa.
Se qualcuno di voi l'ha letto, è ha un opinione diversa dalla mia, sarò lieta di discuterne con voi.


A presto,
Mary.



 Prudente

1 commento:

  1. Buongiorno!
    Ti va di divertirti con un Blog Tour + Giveaway? In palio una copia della mia nuova novella romantica per la Triskell Edizioni, qui:
    http://evapalumbo.blogspot.it/2016/06/blog-tour-non-e-colpa-della-gravita.html
    Ti aspetto, ciao!

    RispondiElimina

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.