Ultime Recensione

Ultime Recensione

giovedì 10 novembre 2016

I desideri nascosti del cuore, The Butternut Lake Trilogy, Mary McNear, Recensione

Salve bookseller erranti,
oggi vi propongo un romanzo romantico, è il primo della The Butternut Lake Trilogy,il cui titolo è I desideri nascosti del cuore la cui autrice è Mary McNear edito in Italia per Leggereditore.

The Butternut Lake Trilogy
I desideri nascosti del cuore
Le scelte della vita
La cura del cuore
Autrice: Mary McNear
Casa editrice: Leggereditore
Genere: contemporary romance
Data di uscita: 28 gennaio 2016


Dopo dieci anni, Allie Becket fa ritorno nella casa di famiglia, a Butternut, sulle rive del lago dove ha trascorso gli spensierati anni dell’adolescenza. Ha promesso a Wyatt, il suo bimbo di cinque anni, che lì saranno felici. Lo ha promesso anche a sé stessa, dopo la morte del marito in Afghanistan. La casa sul lago custodisce tanti ricordi ed Allie spera di aver fatto la scelta giusta, per entrambi. All’inizio tutto sembra andare per il meglio. Allie ritrova i vecchi amici e conoscenti mentre l’intera comunità accoglie con gioia il suo ritorno. In paese ci sono anche dei nuovi arrivati, come Walker Ford, un uomo in apparenza egoista ma che ben presto si affezionerà al piccolo Wyatt e diventerà qualcosa di più che un semplice amico per Allie. La sfida, però, non si farà attendere. Durante le lunghe e assolate giornate estive, Allie dovrà fare i conti con il suo passato per essere pronta a vivere il presente e liberare i desideri nascosti nel suo cuore.



I desideri nascosti è la storia di un amore che nasce dal dolore di una giovane donna e di suo figlio i cui nomi sono Allie e Wyatt...
Tutto ha inizio quando Allie non riesce più a sopportare le intrusioni dei suoi vicini, amici e familiari che le dicono come vivere la sua vita e il suo dolore, cosi decide di partire insieme al suo bambino per la baita, dove ha trascorso le estati più belle della sua infanzia e della sua adolescenza.
Allie è una vedova di guerra, amava immensamente suo marito, ma, da quando è morto indossa una maschera di felicità per il suo bambino di cinque anni Wyatt, che è più maturo della sua età.
Per Allie e Wyatt è un secondo inizio...



Erano dieci anni che non vedeva quel posto. Una parte di lei aveva creduto potesse essere svanito nel nulla, inghiottito dalla foresta circostante. 
Ma ovviamente non era successo.
Questa non era una favola. Era vita reale.





Walker Ford è un eremita, che vive in una baita che ha costruito con le sue mani, dove ha cercato
pace e serenità, per colmare un vuoto che ha dentro.
E' un uomo ricco, un benefattore della città dove vive, ma, mantiene tutti a una certa distanza dagli alti abitanti per salvaguardare la sua privacy.



Assurdo. Un minuto prima Walker se ne stava sul divano a sfogliare un giornale di pesca cercando di non pensare alla nuova vicina, senza peraltro riuscirci.
E quello dopo eccola lì, sul suo molo, con in mano nientemeno che una pagaia. In quel momento pensò che forse stava davvero impazzendo. Che aveva le allucinazioni. Ma dopo aver chiuso e riaperto gli occhi lei era ancora lì, con in mano la stessa pagaia. Si alzò, attraversò la stanza e aprì la porta a vetri. Fu allora che si rese conto che era bagnata fradicia. Ovviamente il primo pensiero avrebbe dovuto essere: cosa diavolo ci fa qui?
E, soprattutto: cosa diavolo stava facendo prima di arrivare qui? Invece pensò che era stupenda.
Una sorta di sirena appena approdata sul suo molo.



Allie e Walker non iniziano con il piede giusto, ma, dal primo incontro da parte di lei è antipatia allo stato puro; dall'altro canto c'è lui, che non riesce a togliersi di mente l'immagine di Allie che taglia i pancake al figlio.
E' tra un rifiuto, un malinteso e parole non dette i due iniziano a conoscersi, diventando amici o qualcosa di più?
Lo stile dell'autrice è lineare e semplice, che permette al lettore una lettura fluida e scorrevole.
I personaggi sono di spessore e non sono statici, anzi si evolvono dall' inizio fino alla fine della storia, già in questo primo romanzo ci presenta i protagonisti del prossimo romanzo. La trama è originale, per nulla scontata.



«Forse è solo una cena» disse Walker, con un’alzata di spalle. «Forse qualcosa di più. Non ci conosciamo abbastanza per saperlo. Ma, Allie, una cosa la so.» Fece una pausa. Era imbarazzante. Non sapeva come dirlo senza offenderla. «Cosa?» chiese lei, fredda.
«So che alla festa di Jax e Jeremy ho sentito qualcosa.
Non so come lo definiresti tu. Attrazione, forse. Ma non credo di essermelo sognato.
E credo fosse reciproca.
Qualunque cosa fosse, credo che l’abbia sentita anche tu.» Allie sgranò gli occhi, sorpresa. «Stai dicendo che credi che io... sia attratta da te?» chiese.
Walker annuì.



Ho  divorato le pagine di questo romanzo, mi ha conquistato dalle prime parole e frasi...è una storia romantica piena di amore, affetto, passione, tenerezza ma racconta anche la rinascita di persone che hanno perso un pezzo importante del loro cuore, della loro anima e della loro vita, è la narrazione di come si può conciliare un dolore straziante del passato con un futuro luminoso pieno d'amore...

«Mi dispiace di essermene andata dal cantiere così arrabbiata l’altro giorno» disse, piano, continuando ad accarezzarlo. «Non fa niente» sussurrò lui. Non voleva che smettesse. Non si fermò. Si sporse in avanti, si alzò sulle punte e lo baciò sulle labbra. Piano, incerta. Quasi stesse testando l’idea di baciarlo, anziché farlo veramente. E lui la ricambiò, senza sfiorarla minimamente. Il più dolcemente possibile. La desiderava da impazzire e dovette usare tutto l’autocontrollo di cui era capace per trattenersi, per non fare quello che desiderava.

E' un romanzo per tutti coloro che amano una storia d'amore romantica, screziata con un po' di dolore e di tristezza.
E un romanzo che riesce a suscitare nel lettore un caleidoscopio di emozioni uniche e profonde, che ti rimangono marchiate a fuoco nell'anima e nel cuore.
E' una lettura che trasmette tanto amore, ma anche un dolore lancinante...



"Come ho detto, non ho mai conosciuto Gregg" cominciò, "Ma mi sento comunque in debito con lui. Perché le persone che ha lasciato sono entrambe molto speciali. E sento che prendermi cura di loro è il minimo che possa fare per lui.
vi amerò, vi proteggerò, e nn ti farò mai soffrire.
E anche se fare promesse è ancora una cosa nuova per me, Allie, questa promessa voglio mantenerla".


Secondo me, è un libro che va letto, perché alla fine della lettura stessa, ti rimane qualcosa dentro e ti chiedi, come sia possibile tornare ad amare dopo un cosi grande dolore.
E voi lo avete letto?



A presto!
Mary

 1/2 Apprendista libraia

3 commenti:

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.