lunedì 19 dicembre 2016

Recensione: Scusate, non c'è niente da vedere di Marco Chiaravalle

Hello Booksellers,
la sentite anche voi quest' aria Natalizia ? Non vedo l' ora che arrivi Natale, ma veniamo a noi, dopo tanto tempo riesco a parlarvi di Scusate non c'è niente da vedere di Marco Chiaravalle, andiamo a scoprire insieme la trama e i dettagli:
Titolo: Scusate, non c'è niente da vedere
Autore: Marco Chiaravalle
Casa editrice: Self




Marco è un annoiato impiegato postale di 32 anni con la passione per la scrittura che, all'inizio del romanzo, decide di abbandonare tutte le storie che stava scrivendo per narrare la sua. Ciò non piacerà a qualcuno, che verrà a bussargli alla porta per fargli riprendere in mano i suoi scritti ai quali molti personaggi, in dimensioni differenti, sono legati. Preparatevi ad un viaggio nel nostro "paese delle meraviglie". Insieme a Marco andremo a parlare di argomenti quali l'editoria moderna, la difficoltà nel trovare un posto di lavoro nel nostro paese, la censura, e una cicatrice rimasta nell'anima di tutti noi a vita: L'Aquila e il terremoto che la sconvolse. A Marco si affiancheranno, nel corso della storia, personaggi che non dimenticherete e un vecchio amore ritornerà a bussare nel suo cuore: Michelle, la donna che lo abbandonò anni addietro. Ma sarà veramente lei o solamente un sogno?



Ti sarà capitato anche a te no?
Cosa?
Che il tuo scrittore si sia fermato a raccontare la tua storia.”


Marco ha trentadue anni   ma non ricorda nulla del suo passato, a causa di un incidente, ha perso un pezzo della sua vita passata, ricordi e persone ma l' unica cosa che gli rimane di quel passato dimenticato è la sua passione per la scrittura ed il suo sogno di diventare uno scrittore... Qui mi interrompo altrimenti vi svelerei troppo...



«Quando vedi una disgrazia attraverso il filtro di uno schermo, le
facce delle persone, le loro lacrime, sembrano così distanti da te,
come se non ti appartenessero. Ma, se rifletti un attimo, quella
gente è tutta figlia della tua stessa terra, vive sotto il tuo stesso cielo.
Tutte queste vicende fanno parte, ormai, del nostro dna, nessuno
deve esserne immune, perché tutte queste storie, lontane magari
chilometri e chilometri dalla nostre vite tranquille, non sono le storie
di "qualcun altro": queste storie sono anche le nostre storie.
E fate bene attenzione che non è un terremoto che uccide un
popolo. Un popolo viene ucciso quando la sua storia viene
dimenticata. E per far che ciò non accada mai, continuate sempre
a raccontarla.»






Da anni, ho un account su Wattpad, e da circa un annetto che non entravo su questa piattaforma, in quando tutte le storie che seguivo erano sospese o terminate, quando l' autore mi ha contattato e mi scuso per l' attesa di questa recensione ( abbiamo affrontato un momento un po' difficile con il blog, ma questo è un altro discorso ) e mi ha proposto la lettura di Scusate, non c'è niente da vedere  mi sono immediatamente fiondata al computer per leggere questo libro e l' ho letto in poche ore.





"Penso che se una farfalla non batte le ali, non ci saranno mai tornadi ..
tutto rimarrà così com'è

Scusate, non c'è niente da vedere è sicuramente un libro che va letto, ma attenzione a piccole dose, per le emozioni che lascia e sui molteplici spunti su cui riflettere.
Lasciatevi conquistare, da Scusate, non c'è niente da vedere e non ve ne pentirete, riderete, amerete e vi commuoverete ma leggete questo piccolo capolavoro, sono solo quindici capitoli, in grado di farvi riflettere su molti aspetti della vita ma non solo e di lasciarvi una miriade di sensazione difficili da digerire.



Marco è un gran sognatore,  a volte cinico, ma in grado di regalarti alcuni spunti su cui riflettere, eppure questo personaggio è reale, ama, soffre ma nonostante tutto sogna.
La storia è ben struttura, dove la storia di Marco e degli altri personaggi vi conquisteranno già dal primo capitolo.
Insomma, Scusate non c'è niente da vedere è sicuramente da leggere e mi raccomando dategli una possibilità !

"Tu credi che noi, personaggi di libri, non abbiamo ricordi? Pensi veramente che voi, scribacchini da due soldi, ci abbiate creati?" "No?" "Certo che no! Quella che tu stai, o meglio stavi, tentando di mettere su carta è solo una parte della mia vita! Sai quante altre storie non scritte ognuno di noi potrebbe raccontare?"

Spero, in un futuro vicino, e non lontano, che Scusate non c'è niente da vedere veda l' occasione di essere pubblicato in cartaceo perché merita di essere trovato in una libreria.

Apprendista Libraia

E voi l' avete letto?
Lo leggerete?
A presto,
Ella

P.s : vi lascio con una frase che mi ha colpito profondamente  :

Ripeto a me stesso che certi posti esistono e resistono nel tempo… solo per te.
Se smetti di andarci, se li dimentichi, quei posti svaniranno come al risveglio da un bel sogno "

4 commenti:

  1. Concordo assolutamente su tutto Ella, questo libro mi è rimasto nel cuore <3

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore, Ella, per questa tua bellissima recensione. E grazie anche a te, Ely, per l'affetto che dimostri sempre nei confronti del mio romanzo ^^

    RispondiElimina
  3. Ciao! Ho letto anche io questo libro e ne sono rimasta entusiasta! Mi ha sorpreso ed emozionato :)

    RispondiElimina
  4. Io invece non l'ho letto, ma sembra davvero molto bello :)

    RispondiElimina

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.