martedì 4 luglio 2017

Recensione Eppure cadiamo felici di Enrico Galiano


Ciao a tutti,
oggi vi propongo la mia opinione su Eppure cadiamo felici di Enrico Galiano, il suo romanzo d' esordio, edito dalla Garzanti, andiamo a scoprire insieme cosa ci riserva questo  romanzo:



Eppure cadiamo felici
Enrico Galiano

Editore: Garzanti
Prezzo: Rigido 14,37€ Ebook 8,99€
Genere: Narrativa Contemporanea
Data di pubblicazione: 18 Aprile 2017
Trama: Il suo nome esprime allegria, invece agli occhi degli altri Gioia non potrebbe essere più diversa. A diciassette anni, a scuola si sente come un’estranea per i suoi compagni. Perché lei non è come loro. Non le interessano le mode, l’appartenere a un gruppo, le feste. Ma ha una passione speciale che la rende felice: collezionare parole intraducibili di tutte le lingue del mondo, come cwtch, che in gallese indica non un semplice abbraccio, ma un abbraccio affettuoso che diventa un luogo sicuro. Gioia non ne hai mai parlato con nessuno. Nessuno potrebbe capire. Fino a quando una notte, in fuga dall’ennesima lite dei genitori, incontra un ragazzo che dice di chiamarsi Lo. Nascosto dal cappuccio della felpa, gioca da solo a freccette in un bar chiuso. A mano a mano che i due chiacchierano, Gioia, per la prima volta, sente che qualcuno è in grado di comprendere il suo mondo. Per la prima volta non è sola. E quando i loro incontri diventano più attesi e intensi, l’amore scoppia senza preavviso. Senza che Gioia abbia il tempo di dare un nome a quella strana sensazione che prova. Ma la felicità a volte può durare un solo attimo. Lo scompare, e Gioia non sa dove cercarlo. Perché Lo nasconde un segreto. Un segreto che solamente lei può scoprire. Solamente Gioia può capire gli indizi che lui ha lasciato. E per seguirli deve imparare che il verbo amare è una parola che racchiude mille e mille significati diversi.




Recensione
Ci sono libri che ti conquistano per la loro infinita dolcezza, dove questo sentimento è impregnato nelle pagine del libro, dove l' unica cosa che conta è la felicità, l' essere felice in ogni momento della vita, questo è Eppure cadiamo felice.

Gioia, ha diciassette anni, una vita difficile e il suo nome esprime felicità, ma in realtà, Gioia è stata soprannominata mainagioia... Lontano dalla comune adolescente odierna,  Gioia non ha amici, un cellulare, eppure Gioia, ha un' amica immaginaria, Tonia, e ha la passione per le parole intraducibili, appuntandole su un quaderno speciale per poi utilizzarle nei momenti opportuni.
Gioia vive in una casa popolare insieme alla nonna, un padre violento e una madre alcolizzata, certamente non è una famiglia semplice... Durante l' ennesimo litigio tra i due genitori, Gioia fugge via, fino ad arrivare al BarA, proprio qui, incontra una figura che gioca al tiro delle freccette, il suo nome è Lo - proprio come l' articolo determinato -  e per la prima volta, Gioia si sente, finalmente capita e accettata. I loro incontri sono sempre più attesi, l' amore scoppia tra i due adolescenti, ma si sa, le cose belle scompaiono e proprio questo succede a Lo.
Fugge da un qualcosa di più grande di lui.
Lo che non si è mai aperto a Gioia.
Lo che semplicemente vuole vivere a modo suo.
Lo che non vuole essere trovato.
Eppure, Gioia scopre il suo segreto... 


Eppure cadiamo felici è il libro di esordio dello scrittore, con la sua penna ha descritto due vite di due adolescenti difficili, che cercano il loro posto del mondo, qualcuno che li possa finalmente capire ed essere accettati per cosi come sono, comunicando come non hanno mai fatto nella loro vita.

Con la sua penna lo scrittore ci regala un romanzo dove l' emozioni viaggiano tra le pagine, dal principio alla fine, dove due adolescenti comunicano tra di loro, soprattutto Gioia.
Personaggi ben costruiti e ben caratterizzati nei dettagli, facendoci conoscere luce ed ombre dei protagonisti.
Gioia è forte, timida, ha provato ad essere come le sue coetanee, ma, non c'è riuscita, è migliore di loro, dall' altro lato, c'è Lo. Lo,  proprio come l' articolo determinato, strano nome per un ragazzo, tra le mani ha sempre un vasetto di sassolini, sassolini che significano qualcosa di molto importante, ma, con un qualcosa che non va!








 Eppure cadiamo felici è uno di quei libri che ti arriva dritto al cuore, all' animo, senza mezze misure, dove l' unica cosa che conta è rialzarsi ogni volta che cadiamo.
 


Il fatto è che certe cose le puoi dire solo a chi sai che le può capire. Che è anche il motivo per cui parliamo così poco, di quello che ci importa davvero.”

In eppure cadiamo felice mi è piaciuto molto la passione di Gioia,  quella di raccogliere parole straniere intraducibili per poi annotarle su un quaderno e utilizzarle, nei momenti opportuni, tra questi c'è la frase che ogni mattina si scrive sul braccio:  Wenn ein Glückliches fällt   "  quando cadiamo, cadiamo felici - traduzione approssimativa -, non le importa se per le altre persone sono solo parole senza un senso, per lei hanno un senso ed eccome.  


In conclusione,  eppure cadiamo felici è una storia che mi ha conquistata pagina dopo pagina, mi ha travolta con la penna del autore.



Buona lettura e un abbraccio,
Ella






1 commento:

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.