lunedì 17 luglio 2017

Reviews Party: Questo canto selvaggio di Victoria Schwab

Buongiorno  a tutti,
oggi vi parlo di Questo canto selvaggio di Victoria Schwab, edito dalla Giunti, grazie al Reviews Party, uscito il 13 Giugno, andiamo a scoprire cosa ci riserva questo libro accattivante:



Questo canto selvaggio
Victoria Schwab


Editore: Giunti
Prezzo: Rigido 18,00€ Ebook 9,99€
Genere: Urban / Young Adult
Data di pubblicazione: 13 Giugno 2017

Trama: Per anni Verity City è stata teatro di crimini e attentati, finché ogni episodio di violenza ha cominciato a generare mostri, creature d'ombra appartenenti a tre stirpi: i Corsai e i Malchai, avidi di carne e sangue umani, e i Sunai, più potenti, che come implacabili angeli vendicatori con il loro canto seducente catturano e divorano l'anima di chi si sia macchiato di gravi crimini. Ora la città è attraversata da un muro che separa due mondi inconciliabili e difende una fragile tregua: al Nord lo spietato Callum Harker offre ai ricchi protezione in cambio di denaro, mentre al Sud Henry Flynn, che ha perso la famiglia nella guerra civile, si è messo a capo di un corpo di volontari pronti a dare la vita pur di difendere i concittadini e ha accolto come figli tre Sunai. In caso di guerra la leva più efficace per trattare con Harker sarebbe la figlia. Così August, il più giovane Sunai, si iscrive in incognito alla stessa accademia di Kate per tenerla sotto controllo. Ma lei, irrequieta, implacabile e decisa a tutto pur di dimostrare al padre di essere sua degna erede, non è un'ingenua...




Recensione

Ho letto da qualche parte che le persone sono fatte di polvere di stelle." "Davvero?" "Forse è ciò di cui sei fatto anche tu. Proprio come noi." E nonostante tutto, August sorrise


Ci sono libri che si leggono a ritmo di musica, in modo avido e intrigante, dove dalla violenza nasce un mostro,  dove ad avvolgerti c'è un mondo intrigante, questo è questo canto selvaggio.







C'è una città, Verity City, dove dalla violenza  nascono dei mostri, mostri che si nutrono di sangue, carne umana e anime.
I Corsari si nutrono di carne e nascono da atti di violenza  non letali. 
Malchai si nutrono di sangue frutto  di azioni letali.
I Sunai, sono i più rari, nascono da omicidi di massa e si nutrono di anime, mediante la musica, ovvero una canzone o suonando uno strumento musicale, mangiando l' anima del "peccatore".
Verity City è separata da un muro, suddividendola in Nord e Sud, due realtà differente, due mondi divisi, capeggiata da due persone differenti.
Al Nord c'è Callum Harker, offre protezione in cambio di denaro.
Al Sud Henry Flynn pronto a tutto per difendere i concittadini. 
Kate Harker, figlia di Callum, ritorna in città, dopo essere stata cacciata da diverse scuole, pronta a dimostrare al padre il suo potere e il volere ad essere al suo fianco.
August, figlio adottivo di Henry  Flynn, è un Sunai,   adesso è tempo di mostrare il suo valore ... E se, August vorrebbe essere qualcosa altro ?
Nord e Sud, Kate e August, due individui differenti e all' opposto si stanno per incontrare...


Forse, in una di quelle vite, non c'erano mostri.


Con la sua penna, l' autrice ha creato un mondo dove dalla violenza nasce un mostro, mediante guerre e atti di ribellione, intrigante e fluida, questo canto selvaggio è un libro che si divora in poche ore - nonostante le 400 e passa pagine -, una storia ben costruita e struttura.
Questo canto selvaggio ci viene narrato in terza persona, mediante i punti di vista di Kate e August, due personaggi differenti, ma ben caratterizzati e di spessore, questo ci permette di entrare in sintonia con loro fin dalle prime pagine.  Un romanzo, a mio modesto parere, da non perdere assolutamente e io non vedo l' ora di leggere il seguito, nonostante il mio inglese un po' incerto...


Corsai, Corsai, tooth and claw,
Shadow and bone will eat you raw.
Malchai, Malchai, sharp and sly,
Smile and bite and drink you dry.”
“Sunai, Sunai, eyes like coal,
Sing you a song and steal your soul.”
In conclusione, questo canto selvaggio è una lettura che mi ha rubato l' anima - proprio come i Sunai fanno con i " peccatori " da lettrice urban fantasy /Young adult ,  mi ha coinvolto pagina dopo pagina...



Le persone sono abituate ad usare tutti.  E' una verità universale. Usale o loro useranno te"





Buona lettura e un abbraccio,
Ella


Volevi sentirti vivo? Non importa se sei mostro o umano. Vivere significa soffrire

Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.