Ultime Recensione

Ultime Recensione

venerdì 10 giugno 2016

L' importanza di chiamarti amore di Anna Premoli Recensione

Buongiorno Readers,
oggi vorrei parlarvi di l' importanza di chiamarti amore di Anna Premoli, uscito il 26 Maggio, grazie alla casa editrice Newton Compton... Andiamo a scoprire insieme la trama

                                           Titolo: L' importanza di chiamarti amore
                                                L' amore non è mai una cosa semplice ( Leggimi )
Autrice: Anna Premoli
Casa editrice: Newton Compton
Data pubblicazione: 26 Maggio
Genere: New Adult

Giada sa bene di essere una ragazza dal carattere piuttosto difficile, quindi non si stupisce affatto di trovarsi in una fase della propria vita nella quale non va d’accordo quasi con nessuno: con il suo ragazzo storico la situazione è appesa a un filo e del rapporto con i suoi genitori… meglio non parlare. Ma Giada ha un obiettivo ben preciso: laurearsi con il massimo dei voti e il prima possibile. Il resto dei problemi può passare in secondo piano. Così credeva, almeno finché lo stage presso una prestigiosa società di consulenza di Milano non la mette di fronte a quello che per lei è sempre stato il prototipo dei ragazzi da evitare come la peste: Ariberto Castelli, fiero rappresentante del partito delle camicie su misura e dei pullover firmati. E tra loro c’è un precedente molto imbarazzante che potrebbe crearle qualche complicazione che non aveva assolutamente messo in conto...


                    Recensione

Anna Premoli è tornata con un nuovo libro, questa volta i personaggi sono Giada e Ariberto, o meglio Miss Istrice e Berta.
Giada è una ragazza ribelle, piercing, capelli tinti e tatuaggi, insomma e il contrario di quello che i suoi genitori vogliono, mentre Berta è tutto camice perfette e immacolate, risvoltino ai pantaloni insomma è perfetto. I due si incontrano in una discoteca e fra frecciatine e flirt, succede qualcosa...
Certo per Miss Istrice quell' incontro non è molto bello, al contrario, perché per lei è stato odio a prima vista mentre Berta deve essere dichiarato illegale, spalle larghe, bocca perfetta, il naso perfetto, insomma di questo personaggio è tutto perfetto, ma per Miss Istrice, anche i suoi modi cosi fini ed educati, suscitano una certa orticaria...


"E' evidente che tendiamo verso i due estremi opposti di una retta. Ognuno proteso verso il suo infinito. Io quello negativo, lui quello positivo. La geometria non è dalla nostra."



'Te la sentiresti di mettere alla prova la tua teoria con un ballo?'

Dopo tre mesi dall' incidente, i nostri Berta e Miss Istrice si ritrovano a fare lo stage per la stessa azienda...  Di certo, per Miss istrice, la situazione non è semplice...
Ma come ci ha abituati la Premoli, in ogni suo libro, l' odio nasconde  sempre qualcos'altro...
Anche in questo caso, la nostra Miss Istrice pian piano inizierà a provare qualcosa per Ari, cosi diverso da lei, fra malattie, giornate trascorse insieme, risate e quell' essere affini... I nostri due personaggi si avvicineranno sempre di più...


"La gente spesso racconta di incredibili gesti romantici che hanno fatto la differenza, ma per me questo é l'episodio che ricorderò con maggiore precisione: il fatto che sia venuto ad aiutarmi quando chiunque altro si sarebbe tenuto ben lontano e che mi abbia sorretto mentre vomitano."

L' importanza di chiamarti amore è stato una lettura molto piacevole ed è ideale se si vuole trascorrere qualche ore liete insieme a un buon libro.


"Le cose migliori accadono sempre così: quando meno te l'aspetti, quando pensi di non essere pronto o quando non ci scommetteresti due euro."

I personaggi sono caratterizzati. Il personaggio di Giada l' ho trovato molto sarcastico e molto coinvolgente e come si definisce lei a inizio libro e un po' grinch... Ho adorato questo personaggio per la sua lingua lunga e tagliente, ma a volte l' ho trovata davvero un po' irritante...
Il personaggio di Ariberto è troppo perfetto... In lui c'è un aspetto che mi ha colpito in modo particolare la sua caparbietà, tenacia,  nel modo in cui ha continuato ad insistere dopo un rifiuto di quel genere... fino ad abbattere il muro d' indifferenza che circondava la nostra protagonista.
L' importanza di chiamarti amore è un libro di cui le pagine, si susseguono in modo veloce e il lettore si ritroverà alla fine del libro senza rendersene conto.

Mi piace pensare che lì fuori ci sono davvero persone che ti amano a dispetto di tutto, anche del tuo caratteraccio, e che davanti  a una sola scelta fanno volontariamente il percorso in salita solo perché sentono che né varrà la pena...


Lo stile della Premoli, e quello che ritroviamo in ogni suo libro, il suo marchio di fabbrica, ovvero è ironico, scorrevole, divertente, coinvolgente con la sua semplicità.
L' importanza di chiamarti amore è un libro sicuramente da leggere, in grado di emozionarti con poche e semplici parole.


Ma non si sceglie di chi innamorarsi. Accade in modo del tutto inconsapevole  e per motivi cosi tanto misteriosi che nemmeno provo a comprenderne le ragioni...


E voi l' avete letto?
Lo leggerete?
Fatemi sapere

A presto
Ella


divino










6 commenti:

  1. Ciao Ella e da un po' che non ti leggevo...
    Anna Premoli è sicuramente una delle mie autrici italiane preferita anche se in questo libro Ariberto è un personaggio troppo perfetto...
    Complimenti per la recensione!
    Saretta

    RispondiElimina
  2. Lo stile della Premoli è qualcosa di unico, leggero e mai scontato...
    Appena avrò un po' di tempo lo leggerò di sicuro...

    RispondiElimina
  3. Concordo! La Premoli non si smentisce mai !!

    RispondiElimina
  4. Ciao! Ho letto molte recensioni contrastanti su questo libro e devo dire che mi ha incuriosito molto :) Credo che lo leggerò!

    RispondiElimina
  5. Ciao! Ho appena finito di leggerlo e il mio giudizio complessivo è positivo, anche se... Se siete curiose, qui trovate la mia recensione: http://leggorosa.blogspot.it/2016/06/limportanza-di-chiamarti-amore-di-anna.html

    RispondiElimina
  6. Mi piace molto la Premoli, ho letto tutti i suoi libri. Questo è forse quello che ho trovato un pò sottotono forse perchè ho adorato quello precedente della storia di Sebastiano e quindi mi aspettavo un libro stupendo come quello. C'è da dire però che il suo stile è scorrevole e divertene ed è sempre un piacere leggerla

    RispondiElimina

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.