lunedì 12 settembre 2016

Bad Girl, La studentessa e il potatore, Recensione

Ciao bookseller,
Oggi apriamo la Settimana del Made in Italy, lo spazio dedicato ai scrittori self e non... Finalmente ho letto Bad Girl, la novella delle Cesoie di Busan, in cui ritroviamo la studentessa italiana Valentina e il coreano Won-ho. Libro scritto da Karen Waves ed è un self-publishing. Andiamo a scoprire cosa ne penso di questo libro ma prima vi lascio la trama e i dettagli...


La studentessa e il potatore
Le cesoie di Busan Recensione
Bad girl
Il titolista di Bassano 12 Settembre
Autrice: Karen Waves
Casa editrice: Self-publishing
Genere: romance, new adult
Data di pubblicazione: 2 luglio 2016



"
Con te posso essere quello che voglio, perché ci conosceremo soltanto per perderci
".
Per Won-ho Valentina ricorda un sonetto di Shakespeare, anche se ha il carattere peggiore che abbia mai incontrato in una ragazza. Ma dal momento che ha da poco litigato con il padre e si ritrova a un passo dal lavoro dei suoi sogni, ovvero fare il potatore, uscire con una ragazza occidentale sembra il minore dei suoi problemi.
Valentina, però, è più complicata di quanto Won-ho si aspetta: dice di noi, poi di si, alternando momenti di sarcasmo taglienti ad altri di fragilità e dolcezza.
Won-ho la insegue tra lezioni e incontri casuali sulla spiaggia, scoprendo di non essere attratto solo dalla bellezza straniera e dai lunghi capelli di oro rosso. Tuttavia tentare di sedurre, una donna che lo guarda con tanta franchezza, e sembra volerlo come lui vuole lei, potrebbe avere conseguenze inaspettate, come scoprirà al loro primo appuntamento, sulla baia di Busan.
Bad girl racconta l'inizio di un amore inatteso e appassionante tra due persone che per geografia, carattere e cultura sembrano nate per restare distanti ma, che quando si trovano non sanno resistersi.


Ne Le cesoie di Busan, la storia d'amore ci viene raccontata attraverso gli occhi di Valentina, una ragazza italiana che si trova in Corea per motivi di studio. Valentina è una ragazza come tante, che in una terra lontana, ha trovato il suo grande amore, in una persona cosi diversa da lei, non solo per cultura, ma, perché sono proprio agli opposti.


Esco con una straniera, omma. E lo faccio perché è bella...Senza saperlo, mi ha dato più coraggio di quanto ne abbia avuto da quel pomeriggio, nel cortile della scuola, quando chiesi per la prima volta a una ragazza di uscire....Ma ora, usando l'interfaccia latina del suo computer, scrisse: idee per il primo appuntamento.

Bad Girl è una novella, in cui Won-ho ci racconta un po' della sua storia familiare, la sua grande passione per le piante e la nascita dell'amore con Valentina.
Won-ho proviene da una tradizionale famiglia coreana, dove il padre è il capofamiglia ed è un uomo severo e all'antica, invece, la madre è una donna rispetta il suo ruolo nella famiglia, ma, che con piccoli gesti riesce a trasmettere ai figli un grande amore.
Won-ho ha un fratello maggiore che è professore universitario ed è sposato, ed è l'orgoglio di suo padre.
Ad un certo punto, Won-ho, decide che è arrivato il momento di pensare ai suoi sogni, dopo l'ennesimo litigio con suo padre.
In Bad Girl si evince in modo più tangibile il grande amore che il protagonista ha per la natura, in modo molto più decisivo che ne Le cesoie di Busan.
In questa novella si vede un ritratto inedito di Won-ho e della nascita della sua storia d'amore con Valentina.



Sarà breve, aveva detto Amleto, ma l'intervallo è mio...Bad Girl, pensò, e sorrideva andando verso casa, la radio che gracchiava una vecchia versione di Arirang
.

Lo stile di questa scrittrice è sempre lineare, utilizza un linguaggio appropriato. La novella ci spiega in modo limpido come sia in realtà Won-ho con le sue forze e le sue debolezza.
Per chi ha amato Le cesoie di Busan, amerà anche Bad Girl al medesimo modo,
Non vedo l'ora di leggere Il titolista di Bassano per vedere quale altre sorprese ci riserverà Karen.


 Apprendista Libraia


E voi booksellers, l' avete letto?
Lo leggerete?
Fatemelo sapere


A presto,
Mary la libraia pigra.



8 commenti:

  1. Ciao Mary, bella recensione... Non vedo l' ora di leggerlo ma devo recuperare ancora il primo... Anzi corro a leggere la recensione =9

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saretta, grazie del complimento. Ti consiglio di leggerlo, non sai cosa ti perdi.

      Elimina
  2. Ciao Mary, sai che l' ho letto, giusto la settimana scorsa e non vedo l' ora di leggere " Il titolista di Bassano ", in uscita proprio oggi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, anche io non vedo l'ora di leggerlo anche io Il titolista di Bassano, ma, purtroppo dovrò attendere, ci sono libri che hanno la precedenza.

      Elimina
  3. Non vedo l'ora di leggerlo! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, leggilo e fammi sapere cosa ne pensi.
      Alla prossima!

      Elimina
  4. Anche a me è piaciuto molto *-*

    RispondiElimina
  5. Mi hai ispirato tantissimo, dovrò recuperare per forza il primo e - ovviamente - questo!

    RispondiElimina

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.