mercoledì 30 novembre 2016

Non dirgli che ti manca, Alessandra Angelini, Recensione

Buongiorno bookseller,
dopo una pausa di due settimane, ritorno con la lettura di un romanzo che mi ha rapito il cuore, oggi vi voglio parlare del romanzo Non dirgli che ti manca  di Alessandra Angelini edito per la Newton. 
Non dirgli che ti manca racconta la storia di Isabella, figlia di una famiglia della borghesia romana e di Denis un batterista sexy, con il corpo pieno di tatuaggi , della band i Bad Attitude.

Titolo: Non dirgli che ti manca
Autrice: Alessandra Angelini
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Genere: contemporary romance
Data di uscita: 17 novembre 2016




Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…




.
 Isabella all'inizio della storia, sembra avere una vita da sogno, una famiglia ricca e unita, un fidanzato perfetto.
Ma, ben presto la realtà da sogno che Isabella credeva di vivere, svela tutti i suoi segreti, tutto quello che credeva giusto, in realtà si è dimostrato falso.
Il tradimento del fidanzato e le continue pressioni del padre, portano la giovane Isabella a trasferirsi a Bologna, per iniziare una nuova vita.

Se sei un sogno, non voglio svegliarmi.
Fammi assaporare la felicità di un mondo dove esisti, dove possiamo stare insieme, dove le bugie non sono che parole lontane che non ci toccano, se non con la carezza di una piuma.
Svegliami e raccontami che questo è un incubo, oppure uccidimi, segna il punto con un'ultima parola e porta questo cuore con te, nel tuo mondo. Perché non esisto più.

Tra Dennis e Isabella è amore a prima vista, ma la loro strada sarà irta di problemi e insidie. Isabella ha ferite profonde nell'anima, che non sono visibile ad occhi nudi, ma, Dennis sarà sempre al suo fianco, in qualsiasi momento della vita e niente e nessuno potrà separarli.
Dennis è un protagonista maschile atipico, perchè quando accade qualcosa, non salta alle conclusioni, ma ha il buon senso di chiedere delle spiegazioni.

Quando le parole si trasformano da una semplice accozzaglia di caratteri in emozioni palpitanti, in grado di lasciarti senza fiato?

La storia tra i due è un amore totalizzante, che coinvolge tutti gli aspetti delle vita dei due protagonisti; l' autrice non si dimentica di mettere in luce anche la vita al di fuori della relazione. La storia si svolge in un arco temporale di quasi un anno, si ha un progressivo evolversi dei protagonisti e della trama stessa.
Isabella da ragazza fragile diventa più sicura di se, senza mai dimenticare il suo passato.
Dennis in principio è una persona che ama solo la musica in modo assoluto, dopo l'incontro con Isabella si ritrova a fronteggiare una situazione del tutto nuova per lui, deve trovare un nuovo equilibrio tra la musica e la donna che ama cosi profondamente.
Non dirgli che ti manca è un libro corale, in cui non mancano i momenti intimi tra i due protagonisti, ogni personaggio ha una sua storia e i suoi segreti, la scrittrice riesce a sviscerare tutti gli ambiti e i personaggi, senza far rimanere nessuno nell'ombra.
I miei complimenti per il modo di scrivere alla scrittrice, è fluido e scorrevole, senza mai cadere nelle banalità.
Questo romanzo mi è piaciuto sin dalle prime pagine, è una storia che ti trasporta nel romanzo stesso, dove ti sembra di vivere la vita della protagonista, con le sue gioie e i suoi dolori.
Un grazie alla Newton per la copia cartacea.


E voi l' avete letto?
Lo leggerete?
Fatemelo sapere!

A presto,
Mary!

 Vice libraia


Nessun commento:

Posta un commento

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.