mercoledì 3 agosto 2016

Il bacio del serpente, Serie Elder Races, Thea Harrison, Recensione

Salve bookseller,
oggi siamo arrivati al terzo appuntamento della settimana fantasy, continuiamo con il terzo romanzo della Serie Elder Races, di Thea Harrison, sempre edito in Italia per Fanucci Editore.

Serie Elder Races
Il legame del drago, 2013 (Leggimi)
Il cuore della tempesta, 2014 (Leggimi)
Il bacio del serpente, 23 ottobre 2014
La luna dell'oracolo
Autrice: Thea Harrison
Casa Editrice: Fanucci Editore
Genere: Urban Fantasy



Per salvare la vita del suo migliore amico, la sentinella wyr Rune Ainissesthai ha fatto un patto con Carling, la regina dei vampiri, senza sapere quello che lei gli avrebbe chiesto in cambio. Quando giunge il giorno di saldare il proprio debito, scopre che la vita della donna è in grave pericolo. Da tempo i poteri di Carling sono diventati imprevedibili. I suoi sudditi sono fuggiti in preda al terrore e lei è rimasta sola con la sua assistente, Rhoswen, ritirata su un’isola deserta. Ma Rune non può abbandonarla: la vampira sta morendo, colpita da un terribile morbo conosciuto come il bacio del serpente, e l’attrazione che prova per lei lo costringe a cercare in ogni modo una cura per la malattia che la sta consumando. Insieme al desiderio, però, cresce anche l’instabilità di Carling, ormai sfuggente a ogni controllo, e ogni possibilità di salvezza sembra farsi più remota. La sentinella e la regina dovranno fare affidamento l’uno sull’altra, se vogliono sperare di sopravvivere al bacio del serpente...






La storia prende inizio nel secondo libro, Il cuore della tempesta, dove la sentinella Rune è costretta a stringere un patto con la regina dei vampiri Carling, per salvare la vita di Tiago. Rune è chiamato a pagare il suo debito, ma in modo superficiale e veloce, cosi viene mandato via dalla regina dei vampiri, la situazione risulta alquanto strana., Roswen, giovane vampira al servizio della regina, rivela la verità ad Rune, Carling è malata e sta aspettando la morte. Rune va direttamente da Carling, la sprona a combattere per vivere è da questo momento che prende inizio la storia stessa del romanzo.
Tutta la storia si snoda tra viaggi del tempo tra passato e presente, alla ricerca del Bacio del Serpente, in cui le origini risalgono sino all' antico Egitto.
Rune è un tipo che ha sempre voglia di scherzare, simpatico ed ironico, mentre la regina Carling è antica, elegante e riservata, quando i due si innamorano, entrambi scoprono di avere un lato di se stessi che non conoscono.

"..-.Potrei provare ad arrenderti a questa esperienza e lasciare che i cambiamenti avvengono. - - Cambiare o morire ? - chiese lei. - Si. Cambiare o morire - ..."

Il mistero presente in questo libro è alquanto intrigante, perché ogni parola è studiata nel profondo, per rapire e coinvolgere il lettore, la storia cerca di spiegare l'origine del mondo vampiresco e la scoperta di poteri originali, che nessuna creatura che cammina sulla Terra, possiede come la capacità di viaggiare nel tempo. La natura ambivalente dei personaggi protagonisti di questo terzo romanzo, Rune è un maschio alfa, che nei momenti decisivi sa essere anche comprensivo, mentre, Carling è fredda e distaccata, sembra quasi che niente possa ferirla. Ma più si ci addentra nella storia stessa, si scopre una nuova Carling, vulnerabile che ha paura di morire, ma nonostante tutto lei combatte contro questo destino avverso.
La trama è avvincente, introspettivo e passionale, l'unica pecca che io riscontro è l'epilogo, perché il finale viene affrontato in modo sbrigativo, ma questa è solo una mia opinione.

"...Estrasse i denti dalla carne e rispose bisbigliando: - Non ti lascerò mai, non ti deluderò. Ti terrò stretto a me, qualunque costo -..."

Non mi resta che augurarvi anche per questo libro, buona lettura.
Spero che vogliate condividere con me la vostra opinione?

Kiss, Mary la librai pigra !



 Raccomandato



Cover italiana
Cover americana

2 commenti:

  1. Questa è una serie che ho interrotto al primo volume... non mi ha entusiasmata abbastanza per convincermi a proseguire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, invece, a me al contrario è piaciuta, è te lo dice una che non ama il fantasy; ma rimane una mia opinione personale.

      Elimina

Il nostro piccolo angolo, cresce grazie ai vostri commenti e alla nostra comune passione per la lettura.
Aiutateci a crescere, diventando un lettore fisso o dividendo i nostri articoli mediante il pulsante G+1.